Home Abiti Acconciature Agenzie Viaggi Arredamento Banche Bomboniere Banchetto Calzature Corredo Fiori Foto Gioielli Immobiliari Intrattenimenti Lista Nozze Musiche Noleggi Organizzazione Partecipazioni Trucco e Profumi Ville Notizie Utili
 

Gli interrogativi su chi invitare e come formulare gli inviti assumono sempre il carattere della difficoltà.

Il nostro consiglio è di non cedere all'avarizia e dunque di estendere l'invito per quanto possibile.

Per gli inviti, la prassi prevede carta bianca della migliore qualità, stampa il più possibile nitida in caratteri eleganti, ossia lo stampatello o il corsivo inglese.

Con gli stessi caratteri si stamperà quindi il cartoncino, del formato di un biglietto da visita, con cui i genitori della sposa, o gli sposi stessi, invitano al banchetto. La regola vuole che il cartoncino sia a due facce (solitamente 12 x 18) o ad una faccia unica; in questo caso dovrà essere però di maggior consistenza.

Gli indirizzi sulle buste vanno rigorosamente scritti a mano.

Le partecipazioni senza invito andranno spedite circa 20 giorni prima del matrimonio; quelle che invece contengono l'invito dovrebbero essere spedite almeno un mese prima.

Secondo tradizione, è compito della sposa e dei suoi genitori curare la lista con i nomi dei parenti e degli amici che si intendono invitare o ai quali si intende semplicemente comunicare la data del matrimonio; la famiglia dello sposo completerà in seguito la lista con i propri nominativi.

La prececenza data alla famiglia di lei è dovuta al fatto che, secondo tradizione, l'onere dell'organizzazione del ricevimento spetta proprio ai genitori della sposa.

Chiaramente, se invece l'onere del ricevimento ricadrà equamente su entrambe le famiglie (al giorno d'oggi il caso più frequente), gli sposi potranno stilare assieme la lista degli inviti, facendo attenzione a ripartire il numero degli invitati in modo equilibrato tra i conoscenti dello sposo e quelli della sposa.

Non bisognerebbe poi dimenticare di inviare, a cerimonia avvenuta, un biglietto di ringraziamento ai partecipanti, in particolare a coloro che hanno fatto un regalo, inviato dei fiori, spedito un biglietto o un telegramma.

Nel caso di parenti stretti, testimoni o amici cari, il supporto cartaceo potrà essere sostituito da una foto degli sposi.